Concorso fotografico 2015/16: I nostri alberi - tesori da scoprire e tutelare

La giuria del concorso fotografico composta da Enrico Ferrari, Maria Vezzoli, Anty Pansera, Beatrice Tomasoni ed Erica Bellomi ha esaminato le 30 fotografie pervenute valutandole secondo i seguenti parametri:

  • Rispondenza al tema
  • Qualità dello scatto
  • Originalità dell’idea

ed ha stilato la seguente graduatoria con le relative motivazioni.

Prima classificata: Labirinto tra i fusti (Cascate del Vò Agosto 2015) di Ale Milani
Rappresenta puntualmente la verticalità dei boschi di conifera e mette in evidenza il nudo sottobosco tipico delle fitte abetaie, maggiormente valorizzato dal bianco nero.

Seconda classificata: Albero protettivo di Ludovico Arnone
Il grande faggio elemento caratteristico del nostro paesaggio, valorizzato da una buona inquadratura, ha riproposto un soggetto ampiamente rappresentato, in maniera originale grazie ad una inquadratura che ne sottolinea le dimensioni attraverso la presenza di una figura umana. Il tutto in un mondo nevoso.

Terza classificata: Scheletri di Beatrice Arnone
L’atmosfera nebbiosa valorizza il paesaggio innevato, particolare lo scorcio orizzontale.

Sono state inoltre ritenute degne di menzione le seguenti fotografie:
Sottobosco di Lavinia Arnone: Per la qualità dello scatto e la tipicità dell’ambiente
Sono sempre un faggio di Donata Guandalino: Enfatizzazione dei colori autunnali che accomunano il foliage e il rustico