"Gente di Presolana" e premiazione Concorso Fotografico

“È un libro che nasce da uno studio accurato pieno di dati ma scritto con uno stile giornalistico molto brillante e molto scorrevole. Sottolineo la capacità di Laura Bellomi di coniugare la serietà, il rigore, la ricerca dei dati con una scrittura accattivante, e questo è il primo punto che ho trovato estremamente interessante.
Il secondo aspetto è la grande ricerca iconografica e questo è un aspetto che mi è molto caro: lavorare sulle immagini, valorizzarle ed avere la consapevolezza che nelle immagini è depositato il senso della memoria e che le immagini sono un tesoro inesauribile. Tutto questo nel libro di Laura Bellomi c’è.
Un terzo elemento: questo non è un libro apologetico; ho apprezzato molto i risvolti critici che Laura inserisce in maniera molto chiara e netta e non solo nell’ultima parte dove richiama la comunità a delle scelte improcrastinabili che riguardano il futuro di questa zona, ma anche quando parla del grande boom turistico degli anni ’60 con uno ‘sconclusionato’ consumo di suolo.
Laura Bellomi ha l’onestà e il rigore intellettuale di dire le cose come stanno e di prendere una posizione.”
Con queste parole Gianni Canova, critico cinematografico e Prorettore dell’Università IULM, ha presentato il libro di Laura Bellomi “Gente di Presolana – Castione, Bratto e Dorga fra emigrazione e turismo 1875-2012” pubblicato su progetto dell’Associazione Amici della Presolana ed edito da Gemini Grafica. Il folto pubblico presente alla serata ha apprezzato anche la dettagliata presentazione del libro fatta dall’autrice che ha poi risposto alle domande dei presenti ed ha firmato le copie del suo libro.

A conclusione della serata sono state consegnate le targhe e le cartoline premio realizzate con le fotografie vincenti, ai primi tre classificati al concorso fotografico dal tema “Alla scoperta dei segni della devozione popolare”
Prima classificata: “Madonna con i Santi” di Fabrizio Schiavi
Seconda classificata: “Chiesa dei Disciplini” di Roberto Fantato
Terza classificata: “La sentinella del Cornetto” di Francesco Arnone
Menzionate: “La croce nella roccia” di Gina Pane – “Affresco a Dorga” di Alessandro Milani – “Croce nella neve” di Francesco Arnone – “I due campanili delle chiese di Rovetta” di Antonio Manfrin
Tutte le fotografie partecipanti al concorso sono state esposte in una mostra allestita nella vecchia chiesa di Dorga arricchita anche dalla sezione dedicata agli ex-voto conservati nel Santuario di Lantana e visitata da ben 1225 persone.